BeatriX

BEATRIX Cover 4

Il Mio Bene
Xena Zupanic

                                             a Victor e Lupo
vinti e vincitori dell’unica preda:
la beatitudine

 

Introduzione

I beati si incontrano sotto il segno dell’incognita, sotto la X, l’aspra
lanciatrice di forti suoni gutturali, sfidando la sorte.
Il suono bifonico KS, una “forza maggiore”, un chiaro “presagio di
minaccia”.
Sono Due primitivi, CB & BeatriX, congiunti More Geometrico a
mondare il mondo.
Dove stava la loro mortale forza, l’assennatezza a perpetuare lo
scontro? Dove l’affinità, l’amore verso l’esattezza palpabile?
O dio, nell’odio?
O lungo l’asse assente, eretta sull’osso vuoto, rimbombante?
“Oh, questo Cigolio” – dice BeatriX .
“No, non è Dio” – sostiene Bene.
“Perciò, oscilla?” – dice BeatriX .
“No, senza Cariddi” – replica Bene.
“Bene” – dice BeatriX – “adesso amarti è armarti. Un armento che si dilania.”
Bene, ne siamo convinti.

Carmelo Bene

 

BeatriX, l’intero del tuo nome non
mi giova: è beante, beato, è beat, con
valore interattivo, intensivo, una vera
hit.
Salvo solo l’ultima X, l’ignoto che
non si vuole nominare, la criptomnesia,
la chiara via.
X, che sia, ho pagato con la vita mia.

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *